Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto OK o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.

Notizie

Altri Servizi

Altri Servizi (9)

La Soluzione completa per il "Nodo dei Pagamenti - PagoPA"

Logo PagoPAIn linea con il Piano di Crescita Digitale, l'AGID - Agenzia per l'Italia Digitale - ha realizzato la piattaforma "Nodo dei Pagamenti - PagoPA", per consentire a Cittadini ed Imprese di effettuare i pagamenti alle Pubbliche Amministrazioni in modalità elettronica.

Quali sono gli obblighi delle PA?

Le Pubbliche Amministrazioni sono obbligate ad aderire alla piattaforma "Nodo dei pagamenti" e a programmare le attività di implementazione del servizio, secondo le seguenti scadenze:

  • aderire alla piattaforma "Nodo dei Pagamenti - PagoPA", entro il 31/12/2015;
  • seguire le "Linee guida", che definiscono regole e modalità di effettuazione dei pagamenti elettronici;
  • inviare, entro 30 giorni dall'adesione, il "Piano di attivazione", che individua in dettaglio le attività da compiere per connettersi al Nodo dei Pagamenti-SPC e i tempi di realizzazione;
  • completare l'attivazione del servizio entro dicembre 2016.

La soluzione per le PA

MEM Informatica, in conformità a quanto previsto dalla normativa e dalle relative linee guida, può supportare le PA nel lavoro di Adesione a PagoPa e Connessione al Nodo dei Pagamenti-SPC e può fornire un Supporto professionale, sia per la fase di adesione sia per quella successiva di attivazione.

In cosa consiste la Soluzione PROPOSTA?

Si tratta di una piattaforma per la Riscossione di Tasse e Tributi e per il Pagamento di Beni e Servizi, già connessa al Nodo dei Pagamenti - PagoPA di AgID, in ambito PA.

Si possono effettuare le seguenti operazioni:

  • i cittadini, le imprese e le PA possono accedere ad una vista della propria posizione debitoria ed effettuare i pagamenti scegliendo la modalità di pagamento desiderata;

  • le PA possono disporre di informazioni di rendicontazione e riconciliazione automatica tra il tributo/servizio e i relativi incassi. In un’unica soluzione è possibile: la gestione della posizione creditoria, della stampa degli avvisi AgID, della generazione automatica IUV (Identificativo Unico di Versamento), della riconciliazione posizione - pagamento - incasso in tesoreria, del controllo “end to end” del processo di pagamento/incasso, dell’archiviazione sostituiva dell’attestazione di pagamento/ricevute telematiche.

Il servizio proposto da MEM Informatica sarà strutturato secondo le seguenti fasi:

  • Supporto alla redazione del Piano di Attivazione;
  • Test per la verifica delle funzioni di colloquio con il Nodo Pagamenti - SPC;
  • Test di integrazione tra PA e PSP;
  • Attivazione pre-esercizio: collaudo in ambiente di esercizio attraverso transazioni di prova;
  • Qualificazione aderente;
  • Avvio in esercizio.

Approfondimenti

Leggi tutte le informazioni nel Sito dell'AGID >>

Leggi tutto...

Piano di Sicurezza Informatica

Le Pubbliche Amministrazioni devono predisporre: Il Piano per la sicurezza informatica relativo alla formazione, gestione, trasmissione, interscambio, accesso e conservazione dei documenti informatici, nel rispetto delle misure minime di sicurezza previste nel disciplinare tecnico pubblicato in allegato B del D.Lgs. 196/2003 «Codice della Privacy» (Art. 4, comma 3, lett. c del DPCM 3 dicembre 2013).

Leggi tutto...

Manuale di Gestione Informatica dei Documenti

Il manuale di gestione informatica dei documenti è lo strumento che detta le linee guida per la corretta gestione documentale dell'Ente e assume un ruolo fondamentale sia internamente che esternamente all'Ente. Il manuale, infatti, permette all'Ente di rendere pubbliche le proprie scelte in tema di gestione documentale, condividerle con i cittadini e renderle vincolanti per tutti coloro (interni ed esterni) che scambiano documenti con l'Ente stesso.

Leggi tutto...

Conservazione a Norma

La scadenza del 12 ottobre 2015 ha obbligato tutte le Pubbliche Amministrazioni ad attivare il servizio di conservazione informatica del registro giornaliero di protocollo e trasmetterlo “entro la giornata lavorativa successiva al sistema di conservazione digitale, garantendone l’immodificabilità del contenuto” (D.P.C.M. del 03/12/2013Regole Tecniche sul Protocollo Informatico).

Richiedi maggiori informazioni

Leggi tutto...

Servizio SMTP

Cosa è un Servizio SMTP dedicato?
Spesso si confonde tra il possedere "un indirizzo di posta elettronica (Servizio POP)" e avere "il servizio SMTP dedicato". Si tratta invece di due elementi ben distinti fra loro con funzioni diverse relative alla posta elettronica.

Semplificando il ragionamento potremmo dare questa definizione:

  • Servizio SMTP: è un sistema che consente di spedire la posta in uscita ad uno o più destinatari;
  • Servizio POP: è un sistema che permette di recuperare la propria posta su un server remoto (server POP); in pratica è ciò che ci consente di ricevere giornalmente la nostra posta elettronica.

Cosa offre MEM Informatica?

Le caselle di posta elettronica offerte da MEM Informatica possono essere anche consultate tramite un'interfaccia web (webmail) attraverso la quale, semplicemente accedendo ad internet, è possibile controllare la posta elettronica e spedire i propri messaggi attraverso uno specifico server SMTP collegato al servizio di posta via web.

Quando serve un servizio SMTP dedicato?

Esistono altri applicativi (client) che consentono di controllare la posta sul proprio PC senza accedere alla webmail; i più famosi sono: Microsoft Outlook, Microsoft Outlook Express, Mozilla Thunderbird, Pegasus Mail, Lotus Notes e tanti altri. Quando si utilizzano tali applicativi è indispensabile avere a disposizione il server SMTP che si fa carico della spedizione delle mail.

La soluzione di MEM Informatica:
MEM Informatica può offrire un servizio SMTP sicuro e affidabile, tramite una piattaforma SMTP dedicata. Il servizio consente di inviare messaggi email tramite un server SMTP dedicato al vostro dominio.

Grazie all'accordo con i migliori ISP nazionali abbiamo la possibilità di utilizzare dei server SMTP con hardware ridondato e bilanciato evitando le lunghe code di attesa dei server SMTP pubblici e ottenendo un'ulteriore sicurezza del recapito del messaggio.

A differenza dei server di posta in uscita dei fornitori di connettività DSL, spesso presenti nelle blacklist, il nostro servizio consente di eliminare le attività di spam, riducendo al minimo la possibilità che l'SMTP dedicato al vostro dominio possa essere bloccato da blacklist o altri filtri di relay.

Servizio
Descrizione

Soluzione (A)

SMTP dedicato, 1000 messaggi / gg.

Il servizio consente di inviare fino a 1000 messaggi email (tot 200 MB) al giorno, tramite server SMTP autenticato accessibile dalle caselle di posta del vostro dominio o dal relativo sito web.

Soluzione (B)

SMTP dedicato, 5000 messaggi / gg.

Il servizio consente di inviare fino a 5000 messaggi email (tot 1000 MB) al giorno, tramite server SMTP autenticato accessibile dalle caselle di posta del vostro dominio o dal relativo sito web.

Soluzione (C)

SMTP libero, 500 messaggi / gg.

Il servizio consente di inviare fino a 500 email al giorno o fino a 1.000 MB di dati, da qualsiasi casella associata a qualsiasi dominio.

Oltre Si fornirà un'offerta economica mirata

Per maggiori chiarimenti o per avere un'offerta economica su misura:

Tel.: 0784 26 20 99*
Fax : 0784 26 21 07
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

*Orario uffici: da lunedì a venerdì, 8.30-13.00 / 14.30-18.00

Leggi tutto...

Documentazione di riferimento

Il quadro normativo che disciplina l'utilizzo della posta elettronica certificata è composto da alcuni decreti e circolari (che è possibile scaricare dalla colonna a destra nella pagina). L'indicazione dell'obbligo all'attivazione di almeno una casella di posta elettronica certificata, per aziende, professionisti e pubbliche amministrazioni, è previsto nei due seguenti decreti, di cui si riportano i punti più significativi:

Decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185 ("decreto salva crisi")

Art. 16. Riduzione dei costi amministrativi a carico delle imprese

6. Le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese. Entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge tutte le imprese, già costituite in forma societaria alla medesima data di entrata in vigore, comunicano al registro delle imprese l'indirizzo di posta elettronica certificata. L'iscrizione dell'indirizzo di posta elettronica certificata nel registro delle imprese e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria.

7. I professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunicano ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge. Gli ordini e i collegi pubblicano in un elenco consultabile in via telematica i dati identificativi degli iscritti con il relativo indirizzo di posta elettronica certificata.

8. Le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, qualora non abbiano provveduto ai sensi dell'articolo 47, comma 3, lettera a), del Codice dell'Amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, istituiscono una casella di posta certificata per ciascun registro di protocollo e ne danno comunicazione al Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione, che provvede alla pubblicazione di tali caselle in un elenco consultabile per via telematica. Dall'attuazione del presente articolo non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica e si deve provvedere nell'ambito delle risorse disponibili.

9. Salvo quanto stabilito dall'articolo 47, commi 1 e 2, del codice dell'amministrazione digitale di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, le comunicazioni tra i soggetti di cui al comma 8 del presente articolo, che abbiano provveduto agli adempimenti ivi previsti, possono essere inviate attraverso la posta elettronica certificata, senza che il destinatario debba dichiarare la propria disponibilità ad accettarne l'utilizzo.

10. La consultazione per via telematica dei singoli indirizzi di posta elettronica certificata nel registro delle imprese o negli albi o elenchi costituiti al sensi del presente articolo avviene liberamente e senza oneri. L'estrazione di elenchi di indirizzi e' consentita alle sole pubbliche amministrazioni per le comunicazioni relative agli adempimenti amministrativi di loro competenza.

CAD - Codice dell'Amministrazione Digitale

Art. 6. Utilizzo della posta elettronica certificata

1. Le pubbliche amministrazioni centrali utilizzano la posta elettronica certificata, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68, per ogni scambio di documenti e informazioni con i soggetti interessati che ne fanno richiesta e che hanno preventivamente dichiarato il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.

2. Le disposizioni di cui al comma 1 si applicano anche alle pubbliche amministrazioni regionali e locali salvo che non sia diversamente stabilito.

Art. 47. Trasmissione dei documenti attraverso la posta elettronica tra le pubbliche amministrazioni

1. Le comunicazioni di documenti tra le pubbliche amministrazioni avvengono di norma mediante l'utilizzo della posta elettronica; esse sono valide ai fini del procedimento amministrativo una volta che ne sia verificata la provenienza.

3. Entro otto mesi dalla data di entrata in vigore del presente codice le pubbliche amministrazioni centrali provvedono a:

a) istituire almeno una casella di posta elettronica istituzionale ed una casella di posta elettronica certificata ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68, per ciascun registro di protocollo;

b) utilizzare la posta elettronica per le comunicazioni tra l'amministrazione ed i propri dipendenti, nel rispetto delle norme in materia di protezione dei dati personali e previa informativa agli interessati in merito al grado di riservatezza degli strumenti utilizzati.

Art. 54. Contenuto dei siti delle pubbliche amministrazioni

1. I siti delle pubbliche amministrazioni centrali contengono necessariamente i seguenti dati pubblici:

d) l'elenco completo delle caselle di posta elettronica istituzionali attive, specificando anche se si tratta di una casella di posta elettronica certificata di cui al decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68;

Leggi tutto...

Servizio Privacy

privacyL'evolversi dello scenario normativo in materia di trasparenza amministrativa e di trattamento dei dati personali, ha recentemente portato il Garante della privacy ad oscurare i siti web di dieci Comuni italiani, di piccola e media grandezza.
In tali siti sono state pubblicate talune ordinanze nelle quali i Sindaci disponevano il trattamento sanitario obbligatorio (TSO) per determinati cittadini.

Lo stesso Garante ha inoltre anticipato come provvedimenti similari siano in arrivo per altri Comuni.

Nel corso di questi anni, numerosi sono stati i provvedimenti adottati dal Garante e numerose le sanzioni irrogate nei confronti di Enti Pubblici non uniformatesi con quanto disposto dal D.Lgs. 196/2003.

La MEM Informatica S.r.l., dal 2004 offre la propria consulenza sulla Privacy grazie alla quale le Amministrazioni Comunali, sono state dotate dei necessari strumenti per uniformarsi alle prescrizioni contenute nel D.Lgs. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali).

Tale Servizio, caratterizzato dalla sua spiccata “personalizzazione”, tiene conto delle specifiche esigenze del cliente nel pieno rispetto di quanto disposto dalla normativa. In particolare, in questi ultimi anni si è assistito ad una importante evoluzione della materia che ha comportato una consequenziale modifica degli obblighi posti a carico di coloro i quali trattano dati personali.

Perciò, oggi più che mai è necessario avvalersi di professionisti che forniscano un servizio qualificato, al passo con l'evoluzione normativa in quanto, a puro titolo esemplificativo, si ricorda che il D.Lgs. 196/2003:

  1. Impone l’adozione di misure minime di sicurezza, a pena di irrogazione di sanzioni di carattere amministrativo (pagamento di una somma variabile da €. 20.000 a €. 120.000) e penale (arresto sino a due anni);
  2. Sancisce il principio che il trattamento si svolga nel rispetto dei diritti, della dignità e della riservatezza dell’interessato;
  3. Precisa come l’ambito di azione dei responsabili e degli incaricati, in materia di trattamento dati, debba essere ben definito al fine di una completa responsabilizzazione;
  4. Prescrive il risarcimento, qualora dal trattamento dei dati siano derivati dei danni;
  5. Prevede come l'omessa o inidonea informativa all'interessato sia sanzionata con una pena amministrativa variabile, da un minimo di €. 6.000 ad un massimo di €. 36.000.

Tramite il Servizio Privacy, grazie ad un qualificato gruppo di esperti, la MEM Informatica garantisce la predisposizione sia delle misure minime di sicurezza, quali ad esempio:

  • Nomina per iscritto dei responsabili e degli incaricati al trattamento dei dati;
  • Adeguamento delle misure minime di sicurezza a carattere informatico;

sia delle misure idonee di sicurezza, quali ad esempio:

  • Redazione del Documento Programmatico per la Sicurezza (DPS), previo Check up aziendale e ricognizione presso le Sue sedi per il rilevamento della situazione logistica, organizzativa ed informatica;
  • Aggiornamento del DPS entro il 31 marzo di ogni anno;
  • Formazione del personale dipendente in modo completo ed ottimale;
  • Servizi di assistenza vari (Notifica al Garante, Richiesta di pareri al Garante, Istanze e Ricorsi, Newsletter);
  • Servizio di consulenza via mail;
  • Consulenza per l’adeguamento del sito web;
  • Predisposizione delle Note Informative e della modulistica prevista dalla normativa, tenendo conto delle Sue specifiche esigenze;
  • Servizi personalizzati.

Qualora interessati al Servizio Privacy della MEM Informatica, si prega di compilare ed inviarci il modulo di richiesta allegato. Sarà nostra premura contattarvi nel più breve tempo possibile per la predisposizione dell’offerta. Per ulteriori chiarimenti e informazioni commerciali sul servizio è possibile rivolgersi ad uno dei seguenti recapiti:

MEM Informatica Srl
Via Dessanay, 27
08100 Nuoro

Numero verde: 800 992047*
Tel.: 0784 262099*
Fax : 0784 262107
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

*Orario uffici: da lunedì a venerdì, 8.30-13.00 / 14.30-18.00

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

MEM Informatica srl

MEM Informatica S.r.l.
P. IVA: 00920000916
Iscritta al Reg. Imprese di Nuoro n. 00920000916 [REA n. 55741]
Orario di lavoro
Lunedì - Venerdì
 8:30 / 13:00
14:30 / 18:00
Sabato
Chiuso
Domenica
Chiuso
Contatti
Tel
+39 0784 26 20 99
+39 0784 26 01 15
+39 070 773 71 59
Fax
+39 0784 26 21 07
Nuoro (NU)
Nuoro, 08100
Via Pasquale Dessanay, 27
Cagliari (CA)
Cagliari, 09100
Via Giovanni Battista Tuveri, 13
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.