Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto OK o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.

Formazione

La digitalizzazione nella PA - Il Protocollo Informatico

(0 Voti)

Il DPCM del 3 dicembre 2013 ("Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40 – bis, 41, 47, 57 – bis e 71, del Codice dell'amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005"), ha stabilito dei nuovi standard qualitativi in materia di gestione documentale e di protocollo informatico, rendendo ancora più concreta la digitalizzazione della PA .
Sin dall'entrata in vigore del CAD, per svariati anni, si è discusso della necessità di modificare sia l'organizzazione delle PA sia le modalità di gestione della documentazione.
Grazie a queste nuove Regole Tecniche, nonché al DPCM del 13 novembre 2014 ("Regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonché di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni ai sensi degli articoli 20, 22, 23-bis, 23-ter, 40, comma 1, 41, e 71, comma 1, del Codice dell'amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005"), il legislatore ha provveduto a realizzare questa trasformazione, evidenziando come il Protocollo sia, per le PA, strumento necessario per attuare il definitivo passaggio da una Amministrazione completamente dipendente dalla carta ad un nuovo concetto di PA informatizzata.

Obiettivi

Il seminario mira a fornire un quadro generale dell'evoluzione normativa, succedutasi nel tempo che ha determinato un mutamento degli strumenti sia operativi che tecnologici a disposizione degli operatori, mettendo in luce quali siano le criticità e gli aspetti positivi della gestione informatizzata dei documenti da parte della PA.

Docente

Dott.ssa Natalia Deplano, avvocato iscritto all'albo dell'Ordine di Nuoro.

Programma

  • 5 ORE

Argomenti

  • Il protocollo informatico. Dal DPR 445/2000 al DPCM 3 dicembre 2013 (Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40 -bis , 41, 47, 57 -bis e 71, del Codice dell'amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005).
  • La Circolare Ag.ID 60/2013.
  • La registrazione di protocollo.
  • La segnatura di protocollo.
  • Il Piano di Classificazione (Titolario) e l'organizzazione dei fascicoli.
  • Il Responsabile della gestione documentale.
  • Il Manuale di gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (art.5 DPCM 3 dicembre 2014): cenni.
  • La produzione e la conservazione del Registro giornaliero di protocollo. Le istruzioni dell'AGID.
  • L'archivio nell'Ente Locale e la sua gestione.

Destinatari

Pubbliche Amministrazioni, ASL, Istituti Scolastici.

Se interessati al servizio proposto e per ottenere maggiori informazioni e dettagli sui prezzi, vi chiediamo di contattare la nostra Segreteria Commerciale.

 

Ultima modifica il Martedì, 10 Maggio 2016 16:51

MEM Informatica srlMEM Informatica srl

MEM Informatica S.r.l.
P. IVA: 00920000916
Iscritta al Reg. Imprese di Nuoro n. 00920000916 [REA n. 55741]
Orario di lavoro
Lunedì - Venerdì
 8:30 / 13:00
14:30 / 18:00
Sabato
Chiuso
Domenica
Chiuso
Contatti
Tel
+39 0784 26 20 99
+39 0784 26 01 15
+39 070 773 71 59
Fax
+39 0784 26 21 07
Nuoro (NU)
Nuoro, 08100
Via Pasquale Dessanay, 27
Cagliari (CA)
Cagliari, 09100
Via Giovanni Battista Tuveri, 13
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.